Ti odio vaffanculo per favore scrivimi riempimi le giornate ti amo ucciditi vai a quel paese e piantala di tornare. Fatti sentire e fammi sentire qualcosa.

Inciampare sempre in te. Non è un caso, non voglio che lo sia. Perché non riesci a sentirmi tua ma mi cerchi, mi pensi e mi trovi. Cammino avanti ma tu ci sei. Le persone sono destinate legate calcolate. Ci rincorriamo e quando finalmente ci vogliamo fuggiamo. Tira e molla di contraddizioni e troppe contusioni

Mi dicevo: io mi devo salvare.

Una specie di mantra che mi ripetevo ogni mattina quando non riuscivo ad alzarmi:

Io mi devo salvare.

- Vasco Brondi (via heartlessjoey)

(via heartlessjoey)

Non sono questi vent’anni ad uccidere l’adolescenza. Ho ancora bisogno di queste emozioni

Messaggi inviati di notte, dai nostri rifugi antiatomici sotto le coperte. Come quando avevamo sedici anni e i casini non c’erano ma c’erano i brufoli e le verifiche di latino. Sempre noi, sempre al momento sbagliato

Uragani mentali e disordini alimentari. Proviamoci e riproviamoci che tanto non va mai bene ma nei sedili posteriori della Peugeot ci finiamo sempre. Mi manchi non ho le forze non ho il cuore di scriverti di parlarti di guardarti. Non provo più niente e mi manca soffrire o ridere. Salvami dagli altri da me stessa da questa aridità

Like this post
calms:

nature & vintage blog

Stare male, piangere frignare sperare urlare. Messaggi lunghissimi, perdonami. Una possibilità un bacio un abbraccio, ma dammi qualcosa. Fammi sentire qualcosa. Adesso che non c’è più niente, che stai fossilizzato nella pietra del mio petto.

Like this post
Quando amore e rancori crescevano sotterranei, talmente confusi e ostinati che così doveva sembrare fossero da sempre.

- Alice Munro.

Like this post

cupcakereaper:

My favorite part about seeing Marvel movies in the theater is when the credits come on and the majority of people just get up and leave and it’s like YES THE WEAK ONES HAVE BEEN WEEDED OUT NOW BRING ON THE EXTRA SCENE

(Fonte: cupcakecreeper, via the-lost-pandora)

Perché gli scrittori ricordano tutto, Paul. Specialmente quello che fa male. Denuda uno scrittore, indicagli tutte le sue cicatrici e saprà raccontarti la storia di ciascuna di esse, anche della più piccola. E dalle più grandi avrai romanzi, non amnesie. Un briciolo di talento è un buon segno, se si vuol diventare scrittori, ma l’unico autentico requisito è la capacità di ricordare la storia di ciascuna cicatrice. L’arte consiste nella perseveranza del ricordo.

- Stephen King, Misery

Like this post
<---DONT REMOVE---->